Le domande più frequenti


Home > Consigli > Le domande più frequenti

Le micro-bolle del calcestruzzo cellulare SIPOREX sono separate da sottili pareti che impediscono le risalite per capillarità. Comunque, in caso di umidità sporadica o permanente, i blocchi in calcestruzzo cellulare non temono l'acqua, contrariamente ai blocchi in gesso. I blocchi in calcestruzzo cellulare costituiscono un buon regolatore igrometrico.


La leggerezza non ha nulla a che vedere con la resistenza, ne è un esempio il Kevlar. Il calcestruzzo cellulare SIPOREX pesa tra i 35 e i 40 kg/m2, ovvero circa due volte in meno dei mattoni rivestiti in gesso o dei blocchi in gesso. Questo rende la lavorazione più facile e molto meno faticosa. La leggerezza è anche un vantaggio nei lavori di ristrutturazione, nel caso in cui le lastre in pietra o il solaio antico (ad esempio il parquet) non possano sostenere pesi elevati.


Il calcestruzzo cellulare SIPOREX è venduto presso moltissimi rivenditori di materiali edili in tutta Italia. Per trovare il più vicino a casa vostra, contattate il Servizio Cliente di Xella Italia al numero verde 800-880077.

Sì, sia su muri portanti come sui tramezzi in calcestruzzo cellulare è possibile fissare carichi pesanti, come ad esempio i pensili da cucina. È necessario solamente utilizzare ganci adatti (come i ganci Nylon), disponibili presso tutti i rivenditori.

Ogni tipo di tassello specifico per uso su calcestruzzo cellulare (ad esempio Fischer, GB, EJOT).

Per le decorazione degli interni, si può essere creativi! Il rivestimento spesso utilizzato per la finitura delle pareti supporta la carta da parati, l´intonaco, la rasatura e la tinteggiatura. È possibile inoltre incollare direttamente le piastrelle in ceramica.

È quindi possibile realizzare diversi tipi di finiture a regola d'arte:
  • Intonaco tradizionale a base gesso con applicazione a macchina o manuale.
  • Intonachino a base gesso in due mani.
  • Tinteggiatura con applicazione a spruzzo.
  • Controplaccaggio con lastre di cartongesso.
  • Rivestimento in ceramica.
  • Rivestimenti in legno.

  • No, è proibito dalla normativa. In ogni caso, SIPOREX è raccomandato per la struttura del caminetto.

    Sì, è possibile. Inoltre, la ceramica può essere posata direttamente sul calcestruzzo cellulare con una colla specifica.

    Certo, dipende però dallo spessore del supporto. Come per ogni materiale è fondamentale verificare i limiti di resistenza e la distribuzione dei carichi.

    Le realizzazioni in calcestruzzo cellulare SIPOREX sono resistenti al fuoco e adatte per pareti taglia-fuoco. Il calcestruzzo cellulare è un materiale minerale, incombustibile, il cui punto di fusione è a circa 1200°C. Il calcestruzzo cellulare SIPOREX è in classe A1. Data la natura minerale e un'elevata resistenza termica, il calcestruzzo cellulare è particolarmente adatto ad ogni realizzazione di pareti taglia-fuoco.